Il tabacco e la salute, Composizionne delle sigarette


 
 
La nicotina

La nicotina è nota come sostanza insetticida ed è un veleno per i sistemi nervosi. La nicotina presente in 4 sigarette (50 mg) basterebbe per uccidere un uomo in pochi minuti, se iniettata direttamente nel sangue. Alcuni bambini sono morti subito dopo aver ingoiato sigarette o mozziconi di sigaretta.
La nicotina viene diluita nel fumo e si fissa in soli 7 secondi nel cervello, eccitandone le cellule per poi bloccare i neurotrasmettitori: nasce così la dipendenza dal tabacco. Essa è causa di tachicardia, mentre restringe ed indurisce le arterie: il cuore pompa di più ma riceve meno sangue. Il risultato è un numero doppio di infarti. La nicotina incrementa il consumo dei lipidi (donde la magrezza) e provoca una iperglicemia passaggera che a sua volta blocca l’appetito.

Il monossido di carbonio (CO)

E`il gas afissiante presente per lo 1,5% nel gas di scarico delle automobili. Ma nel fumo della sigaretta lo respiriamo per il 3,2%, direttamente alla sorgente.

L’ossigeno presente nel sangue è trasferito sull’emoglobina. Ma quando fumiamo il monossido di carbonio si fissa sull’emoglobina a una velocità 203 volte superiore dello ossigeno il quale non trova più spazio, il che conduce l’organismo all’asfissia. Le conseguenze sono: danni cardio-vascolari, restringimento delle arterie, coaguli sanguigni, arterite, cancrena, infarto ecc…così pure perdita dei riflessi e turbe mentali e della vista. Il monossido di carbonio impiega da 6 a 24 ore per uscire dal sistema sanguigno.

Le sostanze irritanti

Tali sostanze bloccano ed in seguito eliminano le cilia vibratili dei bronchi che assolvono il compito di filtro nei polmoni e ne assicurano la pulizia. Esse trattengono la respirazione e irritano le mucose provocando tosse, infezioni e bronchiti croniche.

I catrami

Una volta bloccata l’azione dei cigli vibratili, come abbiamo appena visto, sulle pareti delle vie respiratorie e dei polmoni si viene depositando il catrame presente nel fumo della sigaretta che le annerisce. Non ci si venga a dire che il fumatore sta benone solo perché non ha la tosse! Ecco smentita una delle cattive scuse addotte frequentemente dai fumatori..

L’azione cancerogena dei catrami è ben nota: essi sono all’origine del 95% dei tumori polmonari. Devono passare 2 giorni senza sigaretta prima che le cilia vibratili riprendano progressivamente a funzionare. Chi fuma 1 pacchetto al giorno, rovescia ogni anno nei polmoni una tazza colma di questi catrami (in media 225 grammi)!

Sono più di 4.000 gas e sostanze irritanti, soffocanti, dissolventi, infiammabili, tossiche, velenose, concerogene o addirittura…radioattive, ad. es. benzopirene, dibenzopirene, nitrosamine, nichelio, plutonio 240, polonio, diossido di carbonio, alcol metilico, metano, cresolo, idrocarburo, cetone, acetone, glicerolo, glicolo, glicerina, acetaldeide, benzeno, metoprene, crisene, arsenico, aldeide, acroleina, ammoniaca, acido cianidrico (noto anche come acido prussico), ossido d’azoto, fenolo, formaldeide, etanolo, alcol, sterolo, isoprene, toluene, cadmio, biossido d’azoto, naftilamine, solfuro d’idrogeno, pirrolidina, nicoteina, nicotellina, nornicotina, e altre

 

 

Il Cuore I Polmoni La Gola Le Arterie Composizionne delle sigarette
Svizzera Francia Spagna Guadalupa Italia Tunisia Egitto Messico Bolivia PAYS-BAS Mauritius Thailandia Kenya